coniglio.jpg

5 luglio 2018

La salute del vostro coniglietto potrebbe essere a rischio nonostante sia regolarmente vaccinato.

Fino a poco tempo fa i nostri coniglietti venivano regolarmente vaccinati contro due malattie infettive: la mixomatosi e la malattia emorragica virale.

La mixomatosi è una malattia infettiva virale causata da un Poxvirus, che viene trasmessa tramite le zanzare o le pulci dei conigli come anche, seppur più difficilmente, tramite contatto diretto. Provoca abbattimento, congiuntivite con scolo, formazione di noduli su testa/arti/genitali e anoressia, portando a scadimento delle condizioni corporee quindi a morte nell’arco di pochi giorni.

La malattia emorragica virale (MEV) invece è una malattia infettiva virale causata da un Calicivirus, che viene trasmessa sia per contatto diretto (mediante secreti ed escreti) che tramite vettori (zanzare, mosche, pulci). Provoca gravi lesioni polmonari ed epatiche, che spesso portano a morte improvvisa dell’animale. In altri casi invece si possono osservare sintomi neurologici come crisi, testa ruotata ed incoordinazione.

Oggi parleremo proprio di quest’ultima in quanto sempre di più stiamo riscontrando, in conigli regolarmente vaccinati, sintomatologia ascrivibile alla MEV. Questo succede perché è stata trovata una mutazione del virus, che non viene coperta dal vaccino classico.

La nuova variante, chiamata MEV-2 o RHD-2, risulta ancora più pericolosa, colpendo conigli già dai 15 giorni di vita (a differenza della MEV che si può presentare a partire dai 50 giorni) e con mortalità che arriva al 90%. La sintomatologia clinica è molto simile a quella classica, ma spesso viene diagnosticata dopo il decesso dell’animale, vista la rapidità del decorso.

Questa variante è stata riscontrata in conigli di allevamento già nel 2010, ma negli ultimi mesi sono stati descritti molteplici casi anche nei conigli domestici in Italia. Fortunatamente, dal momento che il vaccino della MEV classica non protegge dalla MEV-2, sono già presenti in commercio vaccini mono o bi-valenti. In questo modo, per i coniglietti già vaccinati possiamo utilizzare il monovalente, andando a completare la protezione vaccinale, mentre per chi dovesse aver bisogno del richiamo, consigliamo di utilizzare direttamente il bivalente, che copre per entrambi i ceppi.

Per qualsiasi dubbio o domanda riguardo la protezione vaccinale del vostro coniglietto, non esitate a contattarci al numero: 051355066.

Pogons.jpg

16 maggio 2018

Cosa sono le Pogona vitticeps

La Pogona vitticeps, comunemente chiamata Drago Barbuto, è un sauro semi-deserticolo proveniente da zone aride dell’Australia che può raggiunge i 60cm di lunghezza (coda compresa) e 500gr di peso.
Viene chiamato Drago Barbuto per la presenza di una vera e propria “barba spinosa” sotto la gola, che è in grado di gonfiare ed annerire in caso di necessità.

Il corpo è anch’esso ricoperto di spine cornee dure, che non solo rappresentano una vera e propria corazza contro i predatori, ma che permettere loro di non disidratarsi anche sotto temperature estreme.

In natura, il colore ancestrale (standard) varia da un grigio scuro ad un marrone chiaro, mentre il ventre rimane bianco. In cattività invece, si trovano animali con colorazioni molto estreme di giallo, rosso o arancione come anche variazioni dei pattern (disegni sul dorso) o delle spine, dovute a mutazioni genetiche selezionate naturalmente dall’uomo.

Nonostante sia un animale estremamente territoriale e solitario verso i conspecifici, in cattività, la Pogona vitticeps mostra una spiccata curiosità verso l’uomo, lasciandosi maneggiare ed accettando spesso il cibo dalle mani, cose che che lo portano ad essere considerato come il rettile più “amico dell’uomo”.

Come allevarli in casa

Per poterli ospitare in casa dovremo fare fronte alle loro necessità primarie, partendo da un terario in legno (non in vetro) dalle dimensioni minime di 100cm x 60cm x 40cm.
All’interno del terrario si dovrà quindi ricreare un
micro-ambiente che rispecchi quanto possibile quello naturale.
Innanzitutto servirà fornire un
gradiente di temperatura, per dare la possibilità al nostro animale di termoregolarsi. Con l’utilizzo di una lampadina ad incandescenza a spot, posizionata in un’angolo del terrario, si dovranno creare tre zone a temperature diverse: punto basking di 45°C (direttamente sotto la lampadina) – zona calda: 30°C (a metà terrario) zona fresca: 26°C (nell’angolo opposto alla lampadina).

Essendo animali diurni, necessiteranno anche di un neon ad emissioni UVB che copri l’intera lunghezza del terrario uniformemente.

Per quanto riguarda l’alimentazione, le Pogona vitticeps sono animali onnivori, che si alimentano sia di Vegetali (rucola, radicchio, valeriana, tarassaco, ecc) che di Insetti (Grilli, Blatte, Tarme, Camole, Bachi, ecc). Nei giovani la dieta consisterà per il 70% di cibo vivo e per il 30% di vegetali, mentre negli adulti si invertono le percentuali. In entrambi i casi si dovrà prestare cura a somministrare una dieta quanto piu varia possibile.

Igiene e salute

Sarà importantissimo per il benessere del nostro animale mantenere il terrario pulito giornalmente dalle deiezioni, e disinfettare completamente almeno una volta al mese. Ulteriormente, sarà importante lavarsi bene le mani con acqua e sapone ogni qual volta si tocca un animale, si pulisce la sua teca ecc.
Come per tutti gli animali domestici, anche per i Draghi Barbuti si potranno presentare patologie nell’arco della propria vita. Tra queste, le più comuni patologie riscontrate sono quelle parassitarie del tratto gastroenterico.
Sarà quindi importante rivolgersi a un veterinario esperto in rettili, che oltre a poter consigliare il proprietario al meglio riguardo la corretta gestione dell’animale, potrà effettuare una visita clinica di controllo ed un’analisi delle feci completa, almeno una volta l’anno.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva, non esitate a contattarci, il nostro DOTT. NATOLI WALTER sarà felice di parlarne con voi.


8 febbraio 2017

Grazie a una struttura innovativa e alle speciali attenzioni riservate ai vostri piccoli amici, l’ambulatorio veterinario del Dott.Pilati rappresenta il meglio per il settore nella provincia di Bologna. Un’elevata professionalità e un bagaglio unico di competenze sono le credenziali  indispensabili per curare al meglio il vostro animale, da un punto di vista fisico, comportamentale, relazionale ed ambientale.

 

L’Officina Olistica del Dott.Pilati è situata a pochi chilometri dal centro di Bologna e per ogni fase di ristrutturazione sono stati rispettati i principi della biocompatibilità e della bioarchitettura. Dotata di un’area verde, di spazi separati per cani e gatti, di diverse sale e di una piccola biblioteca a disposizione del personale, la struttura è ampia e un’area di 300mq permetterà ai clienti di parcheggiare in totale comodità.

 

Insieme alla medicina tradizionale (vaccinazioni, radiografie, detartrasi, visite cardiologiche, fisioterapia, esami di laboratorio e chirurgia), l’Officina Olistica del Dott.Pilati è anche specializzata in terapie non convenzionali, quali l’omotossicologia e la floriterapia di Bach. Si effettuano, inoltre, visite di pronto soccorso e l’assistenza continuativa per i pazienti che necessitano di fluidoterapia continuativa.

© 2018 Officina Veterinaria Olistica del Dr. Filippo Pilati | via Fornasini 43/A-B, Bologna | P.IVA 02783621200 | C.F.: PLTFPP63A16A944Q |

privacy policy
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto